Vetrine Museali Sicure e su Misura per Musei – Goppion

Vetrine sicure come casseforti

La vetrina è un contenitore concepito per dare agli oggetti esposti condizioni di elevata sicurezza, al riparo da possibili furti, manomissioni e atti vandalici. Ma, per sua natura, considerando anche i materiali con cui è costruita, non è sicuramente invulnerabile.

Nelle vetrine Goppion, accanto all’uso dei materiali più idonei, ogni dettaglio costruttivo è studiato per garantire la massima sicurezza:

  • Lastre di cristallo in vetro accoppiato. Tutte le vetrine del Sistema Q montano lastre di vetro accoppiato di tipo extrachiaro.
  • Mantello esterno liscio.  Le lastre di vetro e quelle in metallo costituiscono un mantello esterno perfettamente liscio, privo di appigli per ogni tipo di strumento di effrazione.
  • Perfetta aderenza delle aperture alle loro battute. La buona costruzione, la precisione dei combaciamenti, e l’utilizzo delle speciali cerniere a quadrilatero articolato consentono la chiusura delle ante in modo uniforme su tutto il perimetro. Un ulteriore livello di sicurezza può essere ottenuto, su richiesta, mediante l’utilizzo di appositi chiavistelli (in piatti sagomati mediante taglio laser).
  • Inaccessibilità dall’esterno a tutti i congegni di manovra, come cerniere, serrature, molle.
  • Uso di serrature di sicurezza, sia a chiave che elettriche, nella configurazione più adatta alle specifiche applicazioni.

Tali requisiti possono tuttavia non bastare se i valori venali o simbolici delle opere conservate sono ingenti. La Goppion ha messo a punto, nel tempo, vetrine di assoluta sicurezza per reperti di particolare valore materiale e simbolico, ad altissimo rischio di furti, atti vandalici ed attentati terroristici (basti pensare ai Gioielli della Corona alla Torre di Londra, alla Monna Lisa al Louvre, ai Rotoli del Mar Morto a Gerusalemme).

Grazie a queste esperienze, siamo in grado di offrire ai Musei una serie di ulteriori protezioni da scegliere in base a esigenze specifiche, quali ad esempio: la protezione metallica dei bordi delle lastre in vetro accoppiato; lastre in vetro realizzate in spessori e composizioni speciali (ad esempio fogli di PVB inseriti nelle lastre stesse), apparati elettronici di allarme con controllo remoto, disposti in aree protette.