Indietro
  • Africa
  • Musei d'Arte
  • 2000-2009

The Museum of Islamic Art

Cairo, Egypt

2006-2010

Il Museo di Arte Islamica del Cairo possiede una tra le più grandi e ricche collezioni di manufatti in legno, stucchi, ceramiche, vetri, cristalli e tessuti provenienti dal mondo islamico. Nel 2003, dopo anni di oblìo, il museo è stato oggetto di un programma di rinnovamento complessivo che, oltre al restauro dell’edificio e al rifacimento degli interni, riguardava anche l’exhibit design e gli apparati espositivi, curato  dal museografo francese Adrien Gardère,  in collaborazione con il Département des Arts Islamiques del Louvre.

Riaperte al pubblico nel 2010, le 25 gallerie del Museo si articolano in due grandi ali. L’ala nord, ordinata cronologicamemte, è dedicata al Cairo, alla sua storia e alla sua architettura. L’ala sud è invece dedicata all’arte islamica sviluppatasi fuori dall’Egitto. Accoglie la collezione turco-ottomana e quella iraniana, incredibilmente ricca, e introduce, attraverso il tempo e nelle diverse aree geografiche, i temi universali dell’arte islamica: arte funeraria, calligrafia ed epigrafia, luce e colore, acqua e giardini, geometria e numeri, medicina.

Progetto museografico: Studio Adrien Gardère, Parigi

La sfida

Una museografia discreta che lascia piena visibilità alle magnifiche forme e cromie degli oggetti e al tempo stesso si integra armoniosamente nelle sale del palazzo, registrato tra gli edifici storici del Cairo. Nessun elemento strutturale in vista, ma solo il vetro e la pietra “turkish grey” – la stessa del pavimento – e teche lunghe anche 5 metri, completamente in vetro extrachiaro antiriflesso, apribili facilmente da una sola persona non esperta, sono alcuni degli elementi caratterizzanti l’allestimento.

La soluzione

I tecnici Goppion hanno lavorato in stretta sinergia con il designer nella fase progettuale, per poter recepire nei dettagli le istanze formali, avendo sempre cura del rispetto dei requisiti funzionali di tenuta, sicurezza e funzionalità. Per ogni modello sono stati realizzati i prototipi, verificati dai conservatori del museo prima della loro installazione. Uno studio specifico è stato condotto per i sistemi di sostegni degli oggetti, in particolare delle lampade da sospendere al soffitto.

Il progetto in numeri

Area espositiva: 3.100 m2 ; unità espositive: 125; lunghezza del fronte espositivo: 268 m