Indietro
  • Europa
  • Francia
  • 2000-2009

Musée du Louvre

Salle des Etats, Vetrina per “Monna Lisa”

Paris, France

2004

Capolavoro tra i capolavori, emblema dell’arte italiana del Rinascimento e del Museo del Louvre, la “Gioconda” di Leonardo da Vinci – dopo quattro anni di permanenza nella Sala Rosa – si è riappropriata nel 2005 del suo spazio espositivo originale nella grande Sala degli Stati, restaurata e trasformata per dare al capolavoro le maggiori garanzie possibili di tutela e di valorizzazione.

Progetto museografico: Lorenzo Piqueras, Parigi

La sfida

L’essere incaricati di realizzare la vetrina della “Monna Lisa” era di per sé una sfida, per la responsabilità che implicava, per le prestazioni che venivano richieste e per la complessità dei temi che dovevano essere affrontati. Ingegnerizzare una vetrina di grandi dimensioni (la sola anta misura 2,2x3,5 m) con prestazioni di sicurezza di altissimo livello, coperte dalla massima riservatezza e con prestazioni di conservazione che mettessero al sicuro la preziosa tavola in legno di pioppo dagli sbalzi di umidità relativa e dagli inquinanti apportati dai circa sei milioni di visitatori che ogni anno le si accalcano di fronte, ha reso necessario organizzare una squadra con competenze tecniche molteplici e avanzate.

La soluzione

E’ stata appositamente realizzata una lastra di vetro antiriflesso particolarmente trasparente, composta da molteplici strati con una alternanza di lastre e fogli di pvb, in grado di garantire il livello di sicurezza richiesto. La vetrina, realizzata in acciaio di alto spessore, è ulteriormente protetta da una blindatura posteriore in acciaio ad alta resistenza. Il sistema di apertura per l’anta, del peso di circa una tonnellata, è fondato su una grande cerniera a quadrilatero articolato.

Il sistema di supporto della tavola permette la sua rapida asportazione da parte degli addetti del Museo in caso di emergenza. Il sistema di compressione perimetrale della guarnizione a punti multipli ha permesso di raggiungere un livello di tenuta superiore a quello richiesto.  Infine, insieme  al Politecnico di Milano, è stato studiato e realizzato un complesso sistema misto di stabilizzazione della umidità relativa con filtraggio dell’aria, strutturato in due impianti indipendenti, in modo che l’uno intervenga immediatamente in caso di avaria dell’altro.

Il progetto in numeri

Area espositiva: 450 m2 ; unità espositive: 1; dimensioni della vetrina: l = 220 cm; p = 60 cm; h = 460 cm