Indietro
  • Europa
  • Francia
  • Musei d'Arte
  • 2010-2018

Musée de l’Institut du Monde Arabe

Paris, France

2012

Completamente rinnovato dopo 3 anni di lavori, l’Institut du Monde Arabe ha riaperto al pubblico nel 2012 la sua collezione permanente, all’interno dell’edificio-icona progettato da Jean Nouvel nel 1981.  Ripensato dalla curatrice capo Marie Foissy insieme a un team di archeologi, storici, linguisti e antropologi, il museo è testimone della straordinaria ricchezza di arti e tradizioni che innerva il mosaico formato dai 22 Paesi membri della Lega Araba, cofondatori, insieme alla Francia, dell’IMA.

Progetto museografico: Roberto Ostinelli, Chiasso

La sfida

I 560 pezzi della collezione del Museo dell’IMA risplendono all’interno di vetrine sviluppate e costruite dalla Goppion simili a prismi trasparenti, di eccezionale leggerezza formale nonostante dimensioni che superano in taluni casi gli 11 metri di larghezza e i 4 di altezza, celando perfettamente gli apparati di controllo microclimatico e le soluzioni meccaniche.

La soluzione

Ingegnerizzate per garantire il facile utilizzo da parte degli operatori, i parametri ottimali di conservazione degli oggetti e la loro migliore esposizione, le vetrine realizzate per l’IMA integrano sistemi di illuminazione a LED con coni di luce sagomabili, oltre a rivoluzionari supporti fissati direttamente al vetro, che consentono di disporre gli oggetti in sospensione all’interno della teca. Per realizzare le vetrine sono stati utilizzati 1100 mq di cristallo.