Indietro
  • Europa
  • Gran Bretagna
  • Musei d'Arte
  • 2000-2009

The Compton Verney House

Warwick, UK

2003-2004

Ricca dimora di campagna, costruita tra il 1711 e il 1728 e ristrutturata intorno al 1760 da Robert Adam, raffinato interprete del neoclassicismo, la villa si staglia al centro di un verde prato ed è un piacevole esempio di un’architettura che ha acquisito piena coscienza di sé. Dopo un lungo periodo d’incuria, nel 1993, il nuovo proprietario, il filantropo Sir Peter Moores, ne ha avviato la ristrutturazione a fini museali.

La galleria ospita una collezione storica permanente, incentrata su temi poco rappresentati nei musei e nelle gallerie d’arte britanniche ed offre un ricco programma di mostre temporanee appositamente commissionate.

Progetto museografico: Stephen Greenberg, Metaphor, Londra

La sfida

L’allestimento si proponeva di integrare le strutture nel contesto anche simbolico della campagna dell’Inghilterra centrale. Per questo, oltre ai pavimenti, le vetrine e le altre strutture espositive centrali dovevano essere rivestite da assi di legno di quercia in colore naturale. Le vetrine incassate a parete dovevano essere assolutamente discrete e mostrare solo il fronte vetrato.

La soluzione

La Goppion ha realizzato vetrine a isola, costituite da un alto basamento e da una campana interamente in cristallo che delimita lo spazio espositivo. Per evitare profili o cerniere a vista, è stato ideato un sistema a sollevamento delle campane, costituito da una monovite centrale, azionata da un motore elettrico e da quattro guide cilindriche poste agli angoli del perimetro. Questa soluzione rende particolarmente semplice il movimento e soprattutto la manutenzione del sistema, abolendo la registrazione periodica delle consuete quattro viti poste agli angoli e degli apparati di trasmissione e limitando la meccanica alla sola vite centrale. L’intero plinto è mascherato da un rivestimento di assi in quercia naturale, apribile a scorrimento, per consentire il facile accesso al vano tecnico sottostante. Le vetrine in nicchia sono chiuse da grandi lastre in vetro, apribili su cerniere a quadrilatero articolato, che ne consentono la movimentazione in sicurezza da parte di un solo operatore.

Il progetto in numeri

Area espositiva: 500 m2; unità espositive: 14; lunghezza del fronte espositivo: 12 m